Giovedì 18 Luglio 2019
L'autorizzazione al rilascio del passaporto al minore, su richiesta di un genitore, senza l'assenso - o anzi, come nella specie, contro la volontà dell'altro coniuge - non può considerarsi provvedimento vincolato; al contrario, è subordinata alla valutazione dell'interesse del minore, così come ogni altro provvedimento ordinario attinente all'affidamento dei figli minori, assunto in sede di separazione personale dei coniugi.
A decorrere dal 1° luglio 2013 sono stati rivalutati i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare alle diverse tipologie di nuclei.

E' quanto contenuto nella Circolare 23 maggio 2013, n. 84 con la quale l'Inps ha diffuso le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonchè i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2013 al 30 giugno 2014, alle diverse tipologie di nuclei familiari.

I Tribunali italiani seguono le direttive della CEDU nel garantire l’effettività del diritto di visita per il genitore non convivente. Il Presidente del Tribunale di Milano ha disposto che gli incontri tra la madre e le figlie, stante l’elevata conflittualità familiare e la materiale lontananza, avvengano vie Skype.

Il caso riguarda una famiglia logorata dalla crisi, tanto che in sede di separazione le figlie vengono affidate al Comune di Milano e rifiutano di avere rapporti con la madre. Fino ad allora era stato molto difficile far incontrare la madre nelle strutture protette alla presenza degli operatori del servizio sociale, poiché questo provocava alle figlie maggiore ansia, ribellione nei confronti della madre e rifiuto della sua presenza fisica.

Non deve essere applicata la pena accessoria della sospensione della patente per la persona ubriaca che si metta alla guida di una bicicletta. E' quanto emerge dalla sentenza 6 maggio 2013, n. 19413 della Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione.

Il caso vedeva un conducente di una biciletta, destinatario di un provvedimento di sospensione della patente per essere stato fermato in stato di ebbrezza alla guida di tale mezzo, ricorrere per Cassazione sostenendo come la sanzione accessoria in esame possa essere disposta solo quando il reato venga commesso ponendosi alla guida di un veicolo che richieda una patente, ad esclusione della bicicletta.

Cassazione penale , sez. V, sentenza 29.04.2013 n° 18826 (Michele Iaselli)
La Corte di Cassazione con la sentenza in esame affronta uno degli argomenti più attuali che coinvolgono in pieno la rete Internet e cioè la configurabilità dell’art. 494 c.p. (sostituzione di persona) con riferimento ad una chat telematica.

Il caso è tipico e cioè divulgazione da parte dell’accusata sulla chat telematica “Incontri by Supereva” del numero di utenza cellulare della sua ex datrice di lavoro (con la quale aveva in corso una pendenza giudiziaria di natura civilistica), che, di conseguenza, riceve, anche in ore notturne, molteplici chiamate e messaggi (sms) provenienti da vari utenti della “chat” interessati ad incontri ovvero a conversazioni di tipo erotico. Le conseguenze si rivelano anche più fastidiose, poiché molti utenti utilizzano frasi ingiuriose, o inviano mms con allegate immagini pornografiche. Con tale condotta, quindi, l’imputata ha tratto in inganno i suddetti utenti, determinandoli a recare molestia o disturbo alla sua ex datrice di lavoro e ad offenderne l’onore ed il decoro.

banner-parere-online

 

News giuridiche



Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione